Mondiali antirazzisti al via, a Castelfranco Emilia

Tifosi e giocatori di calcio dall’Europa e dal mondo
Si popola il parco che ospita i Mondiali Antirazzisti
Appuntamento fino al 6 luglio a Bosco Albergati a Castelfranco Emilia (MO)
Domani l’inizio del torneo e il primo dei concerti gratuiti: gli Skiantos con We Love Freak

20130707-fossella_azioni_colore08Castelfranco Emilia (MO), 2 luglio – Venti litri di sugo alla boscaiola che soffrigge in padella, 485 bambini che giocano tra gli alberi, tifosi e giocatori di calcio che alla spicciolata arrivano da tutta Europa e dal mondo e un campeggio che si riempie di tende. È la descrizione del primo giorno dei Mondiali Antirazzisti, la festa organizzata dalla Uisp contro tutte le discriminazioni, che fino al 6 luglio si svolge nel parco di Bosco Albergati a Castelfranco Emilia, in provincia di Modena. Oggi giornata interlocutoria in vista dell’inizio vero e proprio del torneo di calcio a 7 meno competitivo del mondo, in programma domani alle 15 con i consueti brindisi inaugurali e le strette di mano sui 14 campi.
Per il momento sono già presenti tutti i membri dello staff della Football Supporters Europe, il network indipendente di tifosi di calcio di tutta Europa, con membri da 42 nazioni europee, che quest’anno celebra ai Mondiali Antirazzisti lo European Football Fans’ Congress (Effc). Già sui campi per delle amichevoli le due squadre belghe dello Joc, composte da ragazzi che operano per associazioni impegnate nella tutela dei migranti, giunte a Castelfranco ieri sera, dopo il passaggio ai quarti nella Coppa del Mondo della loro nazionale. Presenti anche i giornalisti della rivista Tifo Magazine, che seguiranno i Mondiali anche giocando direttamente sul campo.
Nel mentre i tifosi si riuniscono a popolare il parco di Bosco Albergati, si sono svolte per l’intera giornata le attività di animazione, danza, ginnastiche e tessuto aereo per i 485 bambini dei centri estivi di Bologna, Forlì, Modena e Reggio Emilia, che la Uisp ha deciso di coinvolgere in questo festival dell’antirazzismo. Domani tutto entra nel vivo. Alle 9 parte la consueta“Passeggiata partigiana”, per far scoprire ai partecipanti ai Mondiali i luoghi della resistenza in Emilia-Romagna. Metà sarà il museo di villa Emma a Nonantola, che ricostruisce la fuga di 73 ragazzi ebrei.
Alle 15 il brindisi e alle 16 le prime partite. Alle 17,30 il dibattito di giornata “A che gioco giochiamo?”, per discutere insieme a Libera degli interessi della criminalità organizzata sul mondo del calcio. Nello spazio Effc si parlerà invece del ruolo dei tifosi organizzati nei movimenti sociali di protesta, dalla Turchia all’Ucraina, dall’Egitto alla Grecia. In serata dalle 22 il primo dei concerti gratuiti, con il tributo degli Skiantos al fondatore Roberto “Freak” Antoni.

Annunci

Informazioni su Sebastiano Gulisano

Siciliano, anzi jonico-etneo trapiantato a Roma. Cane sciolto, curioso, giornalista per passione civile (ma questa non è una testata giornalistica - e si vede). Disadattato, ché mi pare che di civile in giro ci sia sempre meno. Sognatore: cioè fesso.
Questa voce è stata pubblicata in Politica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...